Lingua selezionata: IT
Iscriviti alla Newsletter
Email:
 
 
RICERCA



Tipologia

Zone

N Locali

Superficie

Prezzo
 
 


Il Mediatore
L’articolo 1754 c.c. definisce il mediatore come “colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, senza essere legato ad alcune di esse da rapporti di collaborazione, di dipendenza o di rappresentanza”.

Il diritto alla provvigione
Il diritto alla provvigione nasce nel momento in cui le parti concludono l’affare e tale conclusione avviene per effetto dell’intervento del mediatore. Perché l’affare sia concluso, occorre che il vincolo contrattuale tra le parti sia effettivamente sorto.

Il Contratto Preliminare
E’ quello avente ad oggetto la conclusione di un ulteriore contratto che trasferirà la proprietà o costituirà, trasferirà, modificherà i diritti di usufrutto, uso, abitazione o di superficie di uno o più immobili.
Nel contratto preliminare le parti assumono l’obbligo di concludere successivamente un contratto, il definitivo, del quale fissano gli elementi essenziali, attraverso il quale la parte venditrice  trasferisce la proprietà di un’immobile o di altro diritto sullo stesso e il compratore corrisponde il prezzo.

La registrazione del Contratto Preliminare
L’articolo Unico della legge n. 296 del 27/12/2006 prevede l’obbligo, in capo agli agenti immobiliari, la registrazione per le scritture private non autenticate di natura negoziale.
Inoltre, prevede la responsabilità solidale con le parti contraenti per il pagamento delle imposte di registro dovute.

La Caparra Confirmatoria
Va ricordato che la Caparra confirmatoria non costituisce pagamento anticipato del prezzo pattuito per la compravendita ma è piuttosto una somma avente una funzione risarcitoria del danno in caso di inadempimento del promissorio acquirente.
La Agenzia delle Entrate provvederà alla riscossione di una imposta pari allo 0,50% della somma versata a titolo di caparra confirmatoria. Onde evitare duplicazioni d’imposta, dall’ammontare dell’imposta principale dovuta per la registrazione del contratto definitivo si detrae l’imposta proporzionale pagata per la registrazione del contratto preliminare.
Se nella redazione del preliminare la somma di denaro viene data “a titolo di caparra confirmatoria e  principio di pagamento”, deve intendersi composta indifferentemente e integralmente per la duplice funzione, con la particolarità che verrà tassata con l’aliquota più alta del 3%.

Disciplina I.V.A. e tassazione degli atti traslativi
A seguito delle modifiche introdotte dalla legge n. 248 del 4 agosto 2006:

a) sono soggette ad I.V.A. le cessioni fatte da imprese ed aventi per oggetto:

  1. aree fabbricabili;
  2. fabbricati ad uso abitativo o comunque diversi da quelli strumentali per natura:

Tassazione dell’atto traslativo: imposta di registro € 168,00, imposta di trascrizione € 168,00, imposta catastale € 168,00

b) sono, inoltre, soggette ad I.V.A. le cessioni fatte da imprese ed aventi per oggetto fabbricati strumentali per natura.
Tassazione dell’atto traslativo: imposta di registro € 168,00, imposta di trascrizione 3%, imposta catastale 1%

c) sono esenti I.V.A. tutte le altre cessioni.
Tassazione dell’atto traslativo:
Edifici ad uso abitativo (prima casa): imposta di registro 3%, imposta di trascrizione € 168,00, imposta catastale € 168,00.
Edifici ad uso abitativo (no prima casa): imposta di registro 7%, imposta di trascrizione 2%, imposta catastale 1%.
Edifici ad uso abitativo (con vincolo culturale): imposta di registro 3%, imposta di trascrizione 2%, imposta catastale 1%.
Immobili strumentali per natura: imposta di registro € 168,00 (6), imposta di trascrizione 3%, imposta catastale 1%.

Il valore imponibile nei trasferimenti immobiliari
Con la Finanziaria 2006, per gli atti traslatativi tra persone fisiche aventi per oggetto un fabbricato abitativo, l’acquirente può richiedere al Notaio che la base imponibile, ai fini dell’applicazione delle imposte di registro, ipotecarie e catastali, sia costituito dal c.d. “valore catastale”, indipendentemente dal corrispettivo pattuito e quello indicato in atto. Inoltre è prevista una riduzione dell’onorario notarile del 30%.
Per gli atti traslativi a titolo oneroso aventi per oggetto immobili soggetti a I.V.A., la base imponibile (con le aliquote del 4%, 10% o del 20% a seconda dei casi), sarà costituita dal prezzo e/o dal valore dichiarato in atto.

Il beneficio della prima casa
L’agevolazione “prima casa”, consente di:

  1. applicare l’imposta di registro con l’aliquota del 3% e applicare le imposte ipotecarie e catastali in misura fissa;
  2. applicare il pagamento dell’I.V.A. con l’aliquota del 4% e applicare le imposte ipotecarie e catastali in misura fissa.

I requisiti di carattere soggettivo e oggettivo dell’agevolazione riguardano:
1) la tipologia dell’immobile trasferito: deve trattarsi di una casa di abitazione avente caratteristiche non di lusso;
2) l’ubicazione dell’immobile: “l’immobile deve essere situato nel Comune in cui l’acquirente  abbia o stabilisca, entro diciotto mesi dall’acquisto, la propria residenza;
3) l’assenza di altri diritti reali vantati su immobili nello stesso Comune:  l’acquirente non può risultare titolare.. “esclusivo o in comunione con il coniuge di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa nel territorio del Comune in cui è situato l’immobile da acquistare”;
4) la novità nel godimento dell’agevolazione: l’acquirente nonpuò essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata dallo stesso soggetto o dal coniuge con le agevolazioni “prima casa”.

Nel caso di alienazione dell’immobile e di acquisto, entro un anno, di un’altra casa di abitazione in regime agevolato, l’acquirente può inoltre fruire di un credito d’imposta fino alla concorrenza dell’imposta di registro o dell’IVA corrisposta in relazione al precedente acquisto.

Inserito in data: 19/05/2018
Tipologia:
Artigianale
Zone:
GUIDIZZOLO
N Locali:
oltre 5 locali
Superficie:
oltre 300 mq
Prezzo: da 170 a 210 mila
Visualizza dettagli
Inserito in data: 18/05/2018
Tipologia:
Appartamento
Zone:
OSTIGLIA
N Locali:
mono - bilocale
Superficie:
fino a 50 mq
Prezzo: fino a 90 mila
Visualizza dettagli
Inserito in data: 18/05/2018
Tipologia:
Appartamento
Zone:
VIRGILIO
N Locali:
4 locali
Superficie:
da 50 a 80 mq
Prezzo: fino a 90 mila
Visualizza dettagli
Inserito in data: 18/05/2018
Tipologia:
Appartamento
Zone:
VIRGILIO
N Locali:
4 locali
Superficie:
da 50 a 80 mq
Prezzo: fino a 90 mila
Visualizza dettagli
Inserito in data: 17/05/2018
Tipologia:
Artigianale
Zone:
OSTIGLIA
N Locali:
oltre 5 locali
Superficie:
oltre 300 mq
Prezzo: da 270 a 350 mila
Visualizza dettagli